Il destino della memoria è quello di diventare prima o poi vaga e imprecisa..per poi essere del tutto dimenticata. Di conseguenza ho deciso di riportare in questo diario tutto quello che non desidero vada perduto.

Articoli con tag ‘spartani’

L’ARMATA PERDUTA

0000000378_armataperduta

Romanzo storico ambientato 80 anni dopo la Battaglia delle Termopili (l’evento visto nel film 300). Presenti quindi grandi schieramenti di guerrieri urlanti, fieri e invincibili con mantelli rossi, elmi, scudi e lance.

-

Mi ha appassionato molto, anche perchè l’argomento e l’ambientazione mi hanno sempre interessato. Pur trattando avvenimenti a volte ripetitivi, risulta sempre coinvolgente dato che è molto romanzato. La narrazione infatti è affidata ad Abira, una ragazza barbara povera ed ignorante, che si innamora di un soldato e decide di partire con lui e l’esercito di mercenari greci, detto dei Diecimila, alla volta della Persia. Oltre agli scontri militari e le difficoltà del viaggio sono quindi raccontati storie di amore, amicizia e coraggio ma anche tradimenti, intrighi e complotti.

Particolarmente emozionanti sono le descrizioni dei luoghi, che magari per noi sono scontati ma per la ragazza che non è mai uscita dal suo paesino nel deserto sono una meraviglia continua. Vere e proprie visioni da sogno con descrizioni precise e poetiche. Magari lo stile anche troppo ricercato. Cioè, bellissimo da leggere, l’ho apprezzato tanto, ma forse non troppo credibile in bocca ad una ragazza analfabeta ^ ^

Unica vera pecca sono le ultime pagine. Troppi eventi superflui, e il finale….Mamma mia il finale! Deludente, quasi irritante per quanto è improbabile! -__-

Non cancella però l’ottima esperienza di lettura di tutto il libro e, anzi, credo proprio che ne cercherò altri di questo autore!

Annunci

300 l’alba di un impero

300 era un film esagerato, visionario, cafone e chiassoso. Ma divertentissimo. Fregandosene dell’attendibilità storica al 100% puntava tutto su frasi altisonanti, battaglie iperviolente, musica assordante e una fotografia  capace di rendere ogni fotogramma un quadro. Epico, possente ma…….un’opera compiuta.

Visto quel finale, l’annuncio di un seguito mi era sembrato un bel po’ forzato. Ho cercato info e in effetti è stato sì creato a tavolino, ma a quanto pare l’autore del fumetto da cui fu tratto il primo film si è messo lui stesso all’opera per creare una nuova storia, da cui trarci un altro film. Lo stratagemma per riesumare quel mondo è stato di fare non un sequel ma, come lo hanno definito gli addetti ai lavori, un “midquel”. Eeeeh???Praticamente la trama si incastra parallelamente al primo film, narrando altri eventi che si svolgono in contemporanea della battaglia di Leonida e dei suoi soldati esaltati. Inutile? Probabilmente, ma pur non essendo brillante come l’originale, mi è parsa un’opera più che dignitosa.

La cosa più evidente, e per fortuna, è la scelta di continuare con lo stile del precedessore, solo che stavolta si passa dai colori caldi del deserto e dei rossi mantelli spartani ai mantelli blu degli ateniesi e una fredda ambientazione marina. Sul piano estetico siamo allo stesso livello, una gioia per gli occhi. Quello che manca è una valida storia: è debole, manca la componente emotiva del primo, gli intrighi e i tradimenti, e soprattutto i nuovi personaggi sono mosci. Artemisia è tutto sommato credibile ma il protagonista, Temistocle, non ha lo stesso carisma di Leonida, né il suo esercito ha la stessa potenza scenica degli spartani. Ogni scena d’azione però è sempre carica di adrenalina  garantendo il divertimento degli spettatori.

Quindi: non si avvicina minimamente al primo come valore, però viste le premesse pensavo davvero peggio. Tutto lascia intendere che ci sarà un seguito comunque, dato che il fumetto da cui hanno tratto questo nuovo film è ad oggi ancora incompleto. Speriamo bene 🙂

Tag Cloud