Il destino della memoria è quello di diventare prima o poi vaga e imprecisa..per poi essere del tutto dimenticata. Di conseguenza ho deciso di riportare in questo diario tutto quello che non desidero vada perduto.

Archivio per la categoria ‘Diario personale’

INFERNO e PARADISO

toledo__s_bridge_by_crazymadness

Ho dato questo titolo al mio ultimo viaggio perché, se da un lato ho visto luoghi paradisiaci e fuori dal tempo, allo stesso tempo ho incontrato temperature veramente “infernali”!!! Ok, andando in Spagna ad agosto diciamo che me la sono cercata 😀 ma non immaginavo un clima del genere, l’aria stessa sembrava infuocata!

Detto questo, Madrid mi aveva già incantato l’ultima volta, e tornarci anche solo come base per girare altri posti nei dintorni è stato comunque un bel colpo al cuore! Anzi, al corazón! Un giretto a piedi per le magnifiche vie era d’obbligo, tra vari giri di Tapas, Sangria e Tinto de Verano! 😛

Ma poco fuori Madrid, ci sono dei posticini piccoli ma affascinanti che valgono assolutamente la pena di essere visitati!

La prima tappa è stata Toledo, in cui si respira un’aria quasi magica. Le sue stradine labirintiche, i negozi di spade e armature, riportano ai tempi della sua storia antica.

La cattedrale poi è davvero spettacolare, imponente di fuori e ricchissima di cose all’interno. La visita si paga ma c’è da rimanerci a bocca aperta più volte!

Si rientra a Madrid in giornata e il giorno successivo , come da programmi, si va a Segovia!

seg

Forse meno conosciuta ma anche questa cittadina è veramente suggestiva. Appena arrivati già c’è un forte impatto visivo, con il mega Acquedotto Romano: enorme, più alto delle case e da vicino ancora più bello! Attraversando il centro storico si arriva all’Alcazar, un castello fiabesco mozzafiato, conservato benissimo.

Ogni posto dello Spagna in cui sono stato mi è sempre piaciuto, ognuno a suo modo, e sono sicuro che ci sono tanti altri posti che meritano un viaggetto!

 

BUCAREST

watch-2665709_960_720

Nominando la Romania, difficilmente la prima cosa a cui si pensa è la capitale. Magari a Dracula e a tanti luoghi comuni.

O alle bellezze femminili…Ok, su questo sono d’accordo! 😛

Io stesso ci sono andato più per la bella compagnia ma devo dire che è una città interessante.

Sebbene non sia paragonabile ad altre mete classiche europee più famose, Bucarest merita comunque una visita. Il centro storico è molto bello e pieno di vita, un groviglio di vicoli e stradine che ospitano locali, ristoranti e qualche monumento antico. Le chiese sono molto particolari e colorate.

La gente è gentile, c’è tanta sicurezza, è economica e anche la cucina non è niente male (ma pesantina ^ ^)

Tolta la parte più turistica però, il resto della città è fatta di grossi palazzoni grigi e tanto traffico. Una città particolare insomma, un mix un po’ forzato di vecchio e nuovo.

Comunque se si riescono a mettere da parte i pregiudizi, secondo me la Romania può riservare piacevoli sorprese.

Io spero di visitare la prossima volta il castello di Dracula in Transilvania!

Finalmente LONDRA!

1464975725londra

Dopo una vita (letteralmente) di attese e rinvii per i motivi più disparati, sono riuscito a mettere piede anche io nella capitale inglese! E Londra mi ha accolto con una settimana di sole, cosa più unica che rara qui 😀

A maggior ragione quindi, ho privilegiato giri per i quartieri e i parchi, più che i musei, per assaporare in pieno l’atmosfera londinese. Mi ha sempre affascinato perché è una città dai mille volti, si va da architetture antiche pregne di storia a grattacieli modernissimi in vetro e acciaio, dagli uomini d’affari agli artisti di strada. È inoltre una città capace di soddisfare tutti i gusti: offre cultura, divertimento, shopping sfrenato.

Anche i londinesi sono sembrati molto cordiali e scherzosi: o lo stereotipo del british man è un’idea sorpassata o magari sono così solo con i turisti, non saprei. Comunque buona impressione.

Non starò qui ad elencare tutte le attrazioni della città, i miei luoghi preferiti comunque sono stati il maestoso Big Ben, la dinamica piazza di Piccadilly Circus (soprattutto la sera), l’imponente Tower Bridge e la fiabesca Torre di Londra.

Londra è una meta immancabile per chi come me ama viaggiare. L’ho trovata elegante, energica, moderna, pulita.

Probabilmente la più bella città estera che io abbia mai visto sino ad ora!

 

CIVITA DI BAGNOREGIO

civita-1

Adoro viaggiare, ma spesso non serve fare migliaia di km per ammirare le bellezze del mondo. In Italia abbiamo tonnellate di luoghi caratteristici che vale la pena visitare e ogni volta che posso mi piace fare delle gite fuori porta anche di un giorno.

Stavolta ho scoperto un paese con un fascino tutto particolare: Civita di Bagnoregio.

È un piccolo borgo in provincia di Viterbo, considerato uno dei più belli d’Italia in quanto sia vedendolo da lontano che visitandolo, si ha la sensazione che il tempo si sia fermato tanti anni fa. Questo perché è arroccato su una montagna ed è collegato al resto del mondo solo tramite un esile ponte pedonale; le macchine non sono ammesse.

Contrariamente a quanto mi aveva detto “qualcuno” 😛 il sentiero non è per niente lungo come sembra, né faticoso da attraversare, sebbene un po’ in pendenza. Abbiamo visto anziani e famiglie con bambine trottare tranquillamente ^ ^

La visita del paese non richiede molto tempo ma è molto suggestiva: Il borgo conserva ancora intatte la maggior parte delle sue costruzioni medievali, per non parlare dei vicoletti che terminano su una veduta sulla valle mozzafiato. Poche persone vi risiedono ma è comunque pieno di bar e ristoranti per i molti turisti che affollano il paese, ma che non intaccano l’atmosfera di tranquillità che si respira.

Purtroppo è detta “la città che muore” perché la montagna sui cui poggia è affetta da una continua erosione del terreno, quindi ne consiglio una visita il prima possibile 😉

 

 

VERONA

v

Nonostante svariati avvenimenti surreali che non starò qui ad elencare, sono riuscito a concretizzare la mini-vacanza a Verona, da tempo programmata. Adoro vedere sempre posti nuovi e l’Italia è piena di mete da scoprire.

Pur abitando nella più bella città del mondo, devo ammettere che Verona mi ha incantato, è proprio un piccolo gioiello!

È vero che si visita in una manciata di ore ma al di là dei traini turistici come l’Arena e la Casa di Giulietta, è bello proprio assaporarne l’atmosfera particolare passeggiando per le sue vie piene di palazzi antichi ma allo stesso tempo piene di vita con localini e negozi.

Il mix di stili di epoche diverse ha un fascino che lascia senza parole, dai monumenti degli antichi romani alle pittoresche case del settecento, senza contare le chiese e il maestoso castello medievale sull’Adige (Castelvecchio o, come dicono loro, CastelVECIO 😀 )

Suggestiva soprattutto la sera è Viale Mazzini, il cuore mondano della città per lo shopping e l’happy hour ma che mi ha colpito soprattutto per la pavimentazione liscia e lucida che sembrava una lastra di ghiaccio e che, grazie ad un gioco di luci, immergeva tutta la via in un’atmosfera dorata.

Insomma una città che consiglio assolutamente di visitare! ; )

CHIUSO PER FERIE

sunglasses_by_helloelelenaa-d49vp9k

FERIE !!! Raramente ho così bisogno di andare in vacanza come quest’anno.

Eppure è stato un 2016, fino ad ora, tutto sommato piacevole. A parte un paio di episodi piuttosto antipatici, tutto è filato liscio e anzi, da un po’ le cose sembravano andare davvero BENE.

E ovviamente è in quel momento che arrivano le mazzate, e passare negli ultimi tempi dalle stelle alle stalle non è facilissimo. Quindi per spezzare la catena di sfighe, il fatto di andare in vacanza adesso, prima del solito, è capitato a fagiolo.

Sganciarsi da tutto ciò che stressa sembra al momento davvero necessario….”Staccare la spina”, “Ricaricare le batterie” e tutte le altre banalità che si dicono in questi casi  ^ ^

Metto tutto in stand-by e mi rigenero ben bene. Non vedo l’ora, poche ore e si vaa!!!

Il cielo è….GRIGIO sopra Berlino

Senza titolo-1

Mi era stato detto da più parti di quanto fosse bella Berlino. Sono appena tornato, e infatti Berlino è veramente….

No, niente, non mi è piaciuta. ^ ^ ’

Senza dubbio è una città da conoscere, ma non è minimamente comparabile alle altre capitali europee. Almeno per me, che apprezzo principalmente il lato artistico e architettonico. E’ una città appesantita di un passato difficile, essendo stata praticamente distrutta durante la guerra e poi divisa dal muro ma questo comporta che non ha un centro, è molto dispersiva. La parte antica ha palazzi grigi, stile quartieri dormitorio sovietici. I pochi monumenti rimasti poi non sono male ma non mi hanno emozionato eccessivamente.

Carina tutta la parte moderna e molto funzionale, ottimo sistema di trasporti e buona la vita notturna. In generale però l’impressione che mi ha dato è di una città piuttosto triste e cupa.

Poi vabbè, in vacanza con gli amici ci si diverte sempre, sono stato bene ma per quanto riguarda la città non ci ho lasciato il cuore. Sono contento di esserci stato ma non credo che ci tornerò.

Comincio subito a organizzare la prossima vacanza! 😉

LA MIA CITTA’

Trevi

L’amore non va mai trascurato. E io sono innamorato di Roma. Ogni volta che passeggio per gli stretti vicoletti del centro mi ricarico, la mia città mi regala emozioni che non potrei vivere in nessun altro angolo del mondo.

Di notte poi è ancora più magica, senza andare a toccare “la maestà der Colosseo” o la “santità der Cupolone” ogni angolo, ogni palazzo trasuda storia ed è inebriante gettarsi nel caos delle stradine piene zeppe di folla.

Questi giorni hanno finito il restauro della Fontana di Trevi, non potevo mancare di tornare ad ammirarla in tutto il suo splendore. Incastrata tra la case, compare dal nulla come un miraggio, i nuovi giochi di luce fanno risaltare ancora di più le statue in marmo bianco e l’acqua della vasca.

Da rimanerne stregati, anche se la si è vista tante altre volte.

Unico rammarico della serata è stato che, dopo una lunga passeggiata turistica, non siamo riusciti ad andare in un locale che conoscevo per troppa fila all’entrata.

Ma Roma è così, con il suo fascino attira milioni di persone, vorrà dire che abbiamo già un motivo per riprovarci un’altra volta 😉

UNA LUNGA ESTATE CALDISSIMA

Piscina

E’ un bel po’ che non scrivo, anzi è un bel po’ che sono latitante in generale, ma è stata un’estate molto intensa. ^ ^ A luglio due vacanze, una meglio dell’altra, mentre ad agosto il sole deve avermi bruciato qualche cellula celebrale visto che l’ho passato sempre al mare e in piscina. Io, che sono nemico del sole 😀 Senza contare alcune serate decisamente folli!

E’ stata l’estate anche di nuove conoscenze e grosse discussioni, ma non si può dire non sia stata movimentata. 😉

Ora che ci penso, il 2015 in generale è stato, fino ad ora almeno, uno dei miei anni migliori. Tante gite, una nuova amicizia, …e la realizzazione di una cosa a lungo desiderata 😛

Per quanto riguarda invece uno dei buoni propositi di cui avevo parlato nel post a inizio anno…Beh…Forse non fa per me, o non è destino. Credo che tornerò ai vecchi metodi! 

Ma comunque…ufficialmente l’estate ancora non è finita, magari succedono altre belle cose! 😀

FESTIVAL DELL’ORIENTE

Su consiglio di mio fratello, sono andato a vedere il Festival dell’Oriente alla Fiera di Roma. Non ero sicurissimo che mi sarebbe interessato, in quanto sono appassionato del Giappone e della sua cultura ma meno di tutto il resto dell’Oriente.

Tutto sommato però l’atmosfera generale è stata affascinante, una sorta di grande mercato esotico. Certo, gli oggetti delle bancarelle erano per la maggior parte cianfrusaglie (per i miei gusti) ma facevano tanto colore, e pure i vari ristoranti etnici erano belli da vedere, oltre ad offrire cibo di qualità. Ho mangiato all’Indiano, al Vietnamita, al Thailandese, all’Indonesiano e al Marocchino. Tanti assaggi di piatti particolari e niente che non abbia gradito.

Il Giapponese purtroppo non c’era, se non qualche piccolo stand con i Ramen in scatola. Peccato. In realtà tutto il reparto Giappone, per mia sfortuna, aveva davvero poco spazio rispetto al resto, ma quello che c’era era bellissimo: dalle Arti Marziali alla Cerimonia del Thè, dalle ricostruzioni dei Templi allo spettacolo con i tamburi.

In generale molti degli spettacoli allestiti sui palchi erano interessanti: oltre a quelli appena detti, la Danza del Drago, la lotta dei leoni cinesi, i balli ispirati a Bollywood e la Danza del Ventre i miei preferiti. Qua e là erano presenti anche seminari vari sulla medicina cinese, sullo Yoga e posti in cui fare massaggi.

Un Festival utile a conoscere la cultura orientale insomma. Per 10 euro si può fare, una giornata diversa 🙂

Cloud dei tag